Buone Pratiche

Attraverso un framework di analisi e valutazione delle pratiche di investimento a impatto in Italia, l’Associazione sta progressivamente catalogando e descrivendo le esperienze di Impact Investing presenti, attuate o in fase di attuazione, sul mercato finanziario italiano

Di seguito, è possibile consultare le buone pratiche identificate e approfondite fino ad oggi.

1. FONDO SI' - SEFEA IMPACT SGR

Fondo Sì è un Fondo di Investimento Alternativo (FIA) Mobiliare di tipo chiuso riservato con label EuVECA. Il suo obiettivo è di investire in imprese capaci di fornire, in maniera sostenibile nel lungo termine, risposte adeguate ai bisogni della società generando consapevolmente un impatto sociale e/o ambientale positivo misurabile e creando così modelli imprenditoriali di riferimento.

IL PROGETTO A IMPATTO

Nel 2021 Sefea Impact SGR ha cominciato a investire sulla crescita di Kitenergy, PMI innovativa impegnata a realizzare aquiloni d’alta quota in grado di generare energia sfruttando l’intensità del vento. “Sefea è stata il garante della bontà della nostra iniziativa” afferma Gian Mauro Maneia, tra i fondatori della società, Chief Innovation & Marketing Manager “e, dandoci fiducia, ci ha permesso di attrarre altri investitori”.

2. OPES ITALIA SICAF EUVECA - OPES-LCEF

Opes Italia Sicaf Euveca è uno strumento di impact investing che veicola capitali pazienti verso quelle imprese che si propongono di ottenere un impatto sociale significativo e durevole attraverso l’adozione di modelli operativi economicamente sostenibili. Oltre al supporto finanziario, Opes offre supporto manageriale e assistenza per strategie d’impatto.

IL PROGETTO A IMPATTO

Nel portafoglio di Opes troviamo Zolle, società che lavora per promuovere un’alimentazione sana nel rispetto della terra, del lavoro e dell’ambiente. “Il nostro incontro con Opes risale a poco più di un anno fa”, racconta Limentani, AD e fondatrice di Zolle. “Fino ad oggi il fondo ci ha fornito un supporto meramente economico, ma ora sta avviando un sostegno di tipo metodologico per rendere anche i nostri processi decisionali e di rendicontazione volti all’impatto”.

3. RINASCIMENTO - INTESA SANPAOLO

Il programma Rinascimento prevede prestiti di impatto e contributi a fondo perduto. L’iniziativa, promossa da Intesa Sanpaolo, è divisa in otto bandi e intende sostenere le imprese che hanno subito le conseguenze economiche della pandemia da Covid-19 e che, attraverso la loro attività, possono aiutare la ripartenza economica delle città di Bergamo e Firenze.

IL PROGETTO A IMPATTO

Nel 2020 il Teatro Caverna, piccola realtà artistica e culturale della periferia di Bergamo, ha partecipato al bando Michelangelo, uno degli otto previsti dal programma Rinascimento.  “Grazie al finanziamento abbiamo potuto reinventarci”, ha dichiarato Damiano Grasselli, direttore artistico del Teatro “mettere in sicurezza e igienizzare l’ambiente, aumentando il numero di posti a sedere a disposizione. I cittadini sono tornati a teatro, sentendosi accolti e al sicuro”.