“The invisible heart of markets”, quattro anni dopo

Su invito di Michele Giddens, economista e coordinatrice del gruppo di lavoro mondiale su “Evidence based policy, Advocacy and Research” del GSG, Social Impact Agenda per l’Italia rilancia la survey internazionale sullo stato di salute dell’impact investing, frutto del lavoro congiunto di GSG e OCSE.

,

Unlocking impact capital – 19 Marzo, Sala Alessi, Palazzo Marino, Milano

Far decollare la rivoluzione impact, tenendo insieme politiche sociali avanzate e modelli economici sostenibili: questa la missione lanciata lunedì 19 da Social Impact Agenda per l’Italia, durante l’evento “Unlocking Impact Capital” svolto a Milano.

Valore e Potenziale della Nuova Impresa Sociale

Disponibile on line il position paper Valore e Potenziale della Nuova Impresa Sociale. Il contributo pone l’accento sul potenziale dell’impresa sociale come soggetto privilegiato per trasformare le politiche sociali e di sviluppo attraverso nuovi percorsi d’innovazione orientati all’impatto sociale. Integra il lavoro un approfondimento normativo sulle novità introdotte dalla riforma dell’impresa sociale.

Inoltre il lavoro include riflessioni e valutazioni di una squadra di esperti che offrono il loro punto di vista su questioni centrali come la gestione e la valutazione di impatto, lo sviluppo del social business a livello europeo, l’impatto della riforma sulla filantropia e sul sistema mutualistico.

 

Scarica il position paper Valore e Potenziale dell’Impresa Sociale

Scarica i contributi di riflessione

La misurazione di impatto una proposta per un percorso condiviso a cura di Irene Bengo e Debora Caloni 

Impresa sociale come leva per dilatare mutualismo e cooperazione a cura di Giuseppe Guerini 

L’impatto della riforma sulle Fondazioni di Origine Bancaria a cura di Massimo Lapucci

Gestione e strategia d’impatto nelle imprese sociali: la sfida dell’impact management a cura di Federico Mento 

L’impresa sociale fra mutualità e social business a cura di Roberto Randazzo

 

,

Rassegna stampa del seminario per amministratori e dirigenti della PA

Rassegna stampa del seminario rivolto ai rappresentanti della pubblica amministrazione per presentare il position paper Modelli di risposta ai nuovi bisogni sociali e possibili scenari di riforma . Il seminario si è tenuto a Roma l’8 Novembre e ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti di enti comunali e regionali.

Guarda il video dell’ANSA con le dichiarazioni di Luigi Bobba, Giovanna Melandri e Stefano Granata 

Scarica gli articoli

Il welfare oltre il welfare  di Giovanna Melandri su Vita

Capitale d’umanità di Sebastiano Maffettone sul Sole 24 ore 

,

Seminario per amministratori e dirigenti della PA

L’8 novembre a Roma Social Impact Agenda per l’Italia organizza un seminario rivolto ai rappresentanti della pubblica amministrazione per presentare il position paper Modelli di risposta ai nuovi bisogni sociali e possibili scenari di riforma

Il position paper vuole offrire alla pubblica amministrazione e ai decisori politici un punto di vista sul ruolo degli investimenti ad impatto sociale per contribuire alla riforma dei sistemi di welfare. Partendo dalla consapevolezza dell’importanza dell’azione pubblica nell’affrontare le emergenti sfide sociali, il position paper delinea uno scenario d’uso per attivare meccanismi collaborativi con un privato attento all’impatto sociale sui territori.

Gli investimenti ad impatto sociale sono costituiti da capitali pazienti orientati a creare un impatto positivo nelle comunità e, al contempo, interessati a far crescere iniziative sostenibili di impresa sociale.

 

Scarica il programma del seminario 

Consulta la rassegna stampa  del seminario

,

A Chicago il summit del Global Social Impact Investment Steering Group

Si è svolto a Chicago dal 9 al 12 luglio il summit annuale del Global Social Impact Investment Steering Group, organizzazione nata dall’esperienza della Social Impact Investment Taskforce del G7, per promuovere l’impact investing a livello mondiale.

Il GSG presieduto da Sir Ronald Cohen, padre della Taskfoce,  aggrega 16 Paesi che attraverso i National Advisorsy Board rappresentano l’ecosistema nazionale dell’impact investing.

Il NAB italiano è rappresentato da Social Impact Agenda per l’Italia.

Guarda il discorso finale di Sir Ronald Cohen al summit

Scarica il resoconto
GSG Summit 2017: an evolution in thought a revolution in means

Consulta la rassegna stampa
A Chicago gli stati generali dell’impact investing (05_07_2017) – Vita
GSG Summit_ l’impact investing verso un punto di svolta (11_07_2017) – Vita
Da Chicago soffia forte il vento dell’impact investing_Corriere sociale

 

Modelli di risposta ai nuovi bisogni sociali e possibili scenari di riforma

Il position paper presentato nel corso dell’incontro organizzato da Social Impact Agenda lunedì 19 giugno a Milano, vuole offrire un contributo al dibattito concernente le possibili strategie di riforma del sistema di welfare italiano.

Scarica QUI l’Executive Summary

Scarica QUI il Position Paper

Scarica QUI la Rassegna Stampa

Un anno dopo il lancio dei Contrat à Impact Social

A quasi un anno dal lancio dell’iniziativa dei Contrat à Impact Social francesi e dal lancio del primo bando per selezionare idee progettuali ad alto impatto sociale, 2 Contrat sono stati firmati e 3 progetti sono in fase di contrattualizzazione. I Contrat à Impact Social sono degli strumenti Pay for Success nei quali la Pubblica Amministrazione si impegna a  pagare, e in alcuni casi anche a premiare, programmi sociali gestiti e finanziati da privati in proporzione al raggiungimento dei risultati sociali prefissati e in seguito alla misurazione dell’impatto sociale prodotto.

In totale nel 2016, ben 38 proposte progettuali sono state raccolte dal Comitato di Selezione che, oltre ai 5 progetti già menzionati e giunti in fase di implementazione, ha selezionato altre 6 proposte ritenute valide per il loro alto livello di innovazione e per il grado avanzato di sviluppo.

Per ognuno di questi 6 progetti è stata avviata un’ulteriore fase istruttoria, che servirà a determinare se vi sono le condizioni per attivare dei contratti su queste sperimentazioni che coinvolgeranno la Pubblica Amministrazione, l’organizzazione sociale ed un finanziatore privato.

La maggior parte di queste proposte si focalizza sulla questione dell’inclusione lavorativa: l’organizzazione Aitre propone per gli utenti delle sue residenze sociali un programma di accompagnamento nella ricerca di un lavoro stabile; Le Cravate Solidarie vuole creare un luogo, aperto a coloro in cerca di un impiego, dove prepararsi per i colloqui e dove trovare abiti e strumenti adatti per sostenere delle interviste di lavoro; Wimoov intende migliorare l’accesso al mercato del lavoro attraverso un portale on line dove esperti offrono un accompagnamento via telefono o internet; Solidarités Nouvelles punta a coinvolgere una fascia di popolazione disoccupata in un programma di impieghi solidali con lo scopo di facilitare il loro rinserimento nel mondo del lavoro.

Vi è anche altro, però, oltre all’inclusione lavorativa: il progetto presentato da Medicins du Monde ha l’obiettivo di creare un’alternativa al carcere per i condannati con gravi problemi psichici o fisici attraverso alloggi e servizi di accompagnamento. Invece l’organizzazione Action Tank Enterprise & Pauvreté intende restaurare 20 cooperative abitative in stato di degrado, senza generare un onere eccessivo per i residenti.

Il termine per inviare le proposte progettuali è scaduto il 1° febbraio, entro il 30 marzo il Comitato di Selezione avrà scelto i progetti adatti per divenire dei Contrat à Impact Social.

Una volta firmato il Contrat, secondo il classico schema degli strumenti Pay for Success, l’investitore privato potrà erogare i fondi per sostenere il programma, mentre un ente esterno valuterà i risultati sociali dell’iniziativa e in caso di successo la Pubblica Amministrazione rimborserà l’investitore.

 

EFSI Equity Instruments l’iniziativa per rafforzare l’impact investing europeo

Nell’ambito del piano Junker per lo sviluppo degli investimenti prende il via l’iniziativa European Fund for Strategic Investments – Equity Instruments, lanciata dalla Commissione Europea, insieme allo European Investment Fund – EIF e alla Banca Europea per gli Investimenti, al fine di rafforzare gli investimenti ad impatto sociale.

Il lancio di questo nuovo set di strumenti parte dal presupposto che gli imprenditori privati possano avere un ruolo sempre maggiore nel risolvere i problemi sociali sia a livello globale che a livello locale e che perseguire un obiettivo sociale non esclude la possibilità di un ritorno economico. Tuttavia, secondo le analisi del FEI, uno dei principali ostacoli sulla strada delle imprese sociali è l’accesso al capitale necessario per avviare e sviluppare le imprese che in questo settore infatti ricorrono spesso ad altri tipi di finanziamenti che variano dai contributi pubblici ai fondi privati.

L’iniziativa EFSI Equity Instrument nasce per sostenere l’ecosistema degli investimenti ad impatto sociale attraverso meccanismi innovativi rivolti ad intermediari finanziari con l’obiettivo di favorire la crescita delle imprese sociali che hanno dimostrato negli ultimi anni di poter generare al contempo impatto sociale positivo e rendimento economico.

I tre strumenti di impact investing previsti dall’EFSI Equity Instruments sono complementari tra di loro in quanto sono tarati sui diversi stadi di crescita delle imprese sociali e prevedono:

  • Investimenti in fondi che siano legati ad incubatori e acceleratori, focalizzati principalmente sulle prime fasi di sviluppo delle imprese, a partire da quella pre-commerciale;
  • Co-investimenti con business angels, validi per ogni stadio di sviluppo dell’impresa;
  • Investimenti in schemi di Payment-by-Results/Social Impact Bond.

La call rivolta ad intermediari finanziari che operano con imprese ad impatto sociale rimarrà aperta fino a maggio 2018.

L’ammontare massimo di ogni investimento non può superare i 50 milioni e deve rappresentare un cofinanziamento che varia da un minimo del 7.5% ad un massimo del 50%.

Questo intervento mira a rafforzare il focus sociale del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (EFSI) per favorire il raggiungimento degli obiettivi EU 2020 per una crescita sostenibile ed inclusiva.

Per maggiori informazioni: 

EFSI Equity Instrument 

EFSI Equity Instrument Guidance for social impact investors